SE LA STRADA POTESSE PARLARE

TRAMA SE LA STRADA POTESSE PARLARE:

Se la strada potesse parlare, il film diretto da Barry Jenkins, è ambientato negli anni anni 70 a New York, più esattamente nel quartiere di Harlem.
Uniti da sempre, la diciannovenne Tish (KiKi Layne) e il fidanzato Alonzo, dettoFonny (Stephan James), sognano un futuro insieme.
Quando Fonny viene ingiustamente arrestato per un crimine che non ha commesso, Tish, che ha da poco scoperto di essere incinta, fa di tutto per scagionarlo, con il sostegno incondizionato di parenti e genitori.
Senza più un compagno al suo fianco, Tish deve affrontare l’inaspettata prospettiva della maternità. Mentre le settimane diventano mesi, la ragazza non perde la speranza, supportata dalla propria forza interiore e dall’affetto della famiglia, disposta a tutto per il bene della figlia e del futuro genero.

RITICA DI SE LA STRADA POTESSE PARLARE:

Barry Jenkins dimostra come il successo di Moonlight non sia stato un caso con un adattamento di uno degli autori cruciali per la cultura afroamericana del XX secolo: James Baldwin. Una storia d’amore fra una giovane coppia in quella New York dei primi anni settanta che regalava speranze a tutti i sognatori, anche se per i neri comprare una casa, uscire la sera senza essere fermati dalla polizia o costruirsi una vita insieme era ancora una corsa ad ostacoli. Due splendidi attori, un’atmosfera elegante e colorata come fossimo nella Hong Kong storica di Wong Kar Wai, Se la strada potesse parlare evita il pietismo e sposa la fiducia dei due protagonisti nell’amore e nella forza della comunità.

SE LA STRADA POTESSE PARLARE

About The Author
-