COPIA ORIGINALE

TRAMA COPIA ORIGINALE:

Copia originale, il film diretto da Marielle Heller, segue la storia di Lee Israel(Melissa McCarthy), acclamata biografa che, tra gli anni Settanta e Ottanta, ha raggiunto il successo delineando le vite di Katherine Hepburn, Tallulah Bankhead, Estée Lauder e della giornalista Dorothy Kilgallen.
Quando si ritrova a far fronte alle difficoltà di pubblicazione, perché ormai fuori dal mercato editoriale, Lee imprime un ardito e irreversibile cambiamento alla sua carriera: indirizza le proprie doti di scrittrice verso il crimine, il furto e l’inganno, con la complicità di Jack (Richard E. Grant), suo amico fedele

PANORAMICA SU COPIA ORIGINALE:

Opera seconda di Marielle Heller dopo Diario di una teenager, da lei stessa sceneggiato, il film Copia originale racconta la vera storia di Lee Israel, scrittrice e giornalista americana che, per via di un carattere difficile e di alcuni problemi con l’alcool, e dopo un grande flop di un suo libro biografico su Estée Lauder, all’inizio degli anni Novanta, passati i cinquant’anni, si era ritrovata senza lavoro, e aveva quindi deciso di diventare una falsaria per cercare di sopravvivere.
Scrisse quindi centinaia di lettere ricopiando lo stile di celebri scrittori per poi venderle come originali; successivamente iniziò a rubare lettere e carte autografe originali da archivi e biblioteche, sostituendole coi i suoi falsi, e a vendere la refurtiva.
Entrata nel mirino dell’FBI, Israel si dichiarò colpevole di fronte a una corte di giustizia federale nel giugno del 1993, finendo con l’essere condannata a sei mesi di arresti domiciliari e a cinque anni di libertà vigilata, e le fu proibito di accedere ad archivi e biblioteche. Israel a quel punto riprese la sua carriera di biografa, e nel 2008 pubblicò “Can you ever forgive me?“, un memoriale in cui raccontava nel dettaglio la sua epopea criminale e che è alla base di questo film.
Lee Israel morì la vigilia di Natale del 2014; pochi mesi dopo venne annunciata l’intenzione di fare del suo libro e della sua storia un film, che inizialmente avrebbe dovuto vedere protagonista Julianne Moore e regista Nicole Holofcener, che successivamente ha ceduto la macchina da presa alla Heller per rimanere coinvolta solo come sceneggiatrice al fianco di Jeff Whitty.
Copia originale è stato presentato in prima mondiale nell’agosto del 2018 al Telluride Film Festival e successivamente al Toronto Film Festival. Il film ha ottenuto tre nomination agli Oscar 2019, per la miglior sceneggiatura non originale, la migliore attrice protagonista e il miglior attore non protagonista.

CRITICA DI COPIA ORIGINALE:

Lee Israel aveva paura a esporsi, nascondeva il suo talento scrivendo autobiografie su commissione, fino a che il suo caratteraccio la emarginò lasciandola senza un soldo. Marielle Heller costruisce con bravura l’atmosfera malinconica, oltre che dinamica, della New York dei primi anni Novanta. Melissa McCarthy e Richard E. Grant duettano ad altissimi livelli fra ironia alcolica e cinismo esilarante, nella storia (vera) del talento sprecato di una scrittrice che non riconosce più l’epoca in cui vive.

CURIOSITÀ SU COPIA ORIGINALE:

Il film è candidato a tre Premi Oscar 2019: migliore attrice protagonista (Melissa McCarthy), migliore attore non protagonista (Richard E. Grant) e migliore sceneggiatura non originale.
Il film ha avuto due nomination ai Golden Globe 2019 e tre ai Bafta Awards.

COPIA ORIGINALE

About The Author
-