ANGRY BIRDS 2

TRAMA ANGRY BIRDS 2:

Angry Birds 2 – Nemici amici per sempre, film diretto da Thurop Van Orman e John Rice, è il secondo capitolo della serie animata che si ispira all’omonimo videogame. Una nuova minaccia mette in pericolo sia l’isola dei pennuti arrabbiati che quella dei maiali, loro nemici giurati. Dovranno unire le loro forze per sconfiggere Zeta, un misterioso uccello viola proveniente da un’isola ghiacciata, che insieme al suo esercito ha intenzione di distruggere le isole, portando un eterno inverno con la tecnologia criocinetica. Per evitare un destino congelato Birds e Pigs stringono un’alleanza: RedChuckBomb e Grande Aquila si uniranno alla squadra dei maialini formata da Leonard, il suo assistente Courtney e il tecnologico Garry. La supersquadra cercherà di salvare le penne – in tutti sensi – grazie anche all’aiuto della sveglia Silver, sorella di Chuck.

PANORAMICA SU ANGRY BIRDS 2:

Con un incasso di 352 milioni di dollari per un budget di 73, il primo lungometraggio basato sul marchio della finlandese Rovio si è rivelato un buon successo per la Sony/Columbia. Il team della Sony Pictures Animation (in collaborazione con la Rovio Animation) si è quindi rimesso al lavoro su questo sequel, ma gli autori al controllo del progetto sono cambiati. Il regista a questo giro è Thurop Van Orman, già story artist e sceneggiatore su serie come Adventure Time e Le meravigliose avventure di Flapjack. Il copione invece è a cura di Peter Ackerman, già attivo sugli Era Glaciale per la Blue Sky, mentre Eyal Podell e Jonathon E. Stewart avevano partecipato al soggetto di Cars 3 per la Pixar. Come sempre in queste produzioni animate basate più su forti caratterizzazioni che sulla storia, s’insiste molto sul carisma dei talent coinvolti anche nel doppiaggio originale: torna per esempio Peter Dinklage nei panni di Grande Aquila, Jason Sudeikis è sempre Red, e questa volta addirittura c’è Nicki Minaj, nei panni della cantante Pinky.
Nata nel 2009 su iPhone, la saga videoludica di puzzle game casual di Angry Birds si è presto diffusa su tutti i dispositivi, comprendendo 8 sequel con lo stesso schema di gioco, 8 di genere differente (tra corse, gioco di ruolo e persino flipper!) e 4 spin-off, questo senza contare altri 6 titoli proposti in alcuni paesi, usciti ma poi ritirati dal commercio.
La tv ha anche avuto la sua abbondante dose di avventure degli uccelli e dei maiali, tramite diverse serie animate ideate dal trio di autori originali, che oltre dieci anni fa ebbero l’intuizione che avrebbe cambiato le loro vite: Mikael Hed, Lauri Konttori e Mikko Pöllä.

CRITICA DI ANGRY BIRDS 2:

Più controllato e divertente del primo capitolo, Angry Birds 2 conferma quanto, in assenza di ispirazioni particolari e in restrittive costrizioni commerciali, sia la consumata professionalità a portare a casa risultati dignitosi: giovano il passaggio alla Sony Pictures Animation e un cambio in sede di regia e sceneggiatura. I temi e alcune soluzioni narrative sono risaputi nell’ambito dell’animazione americana per famiglie, ma diversi momenti slapstick non si dimenticano e si ride di gusto. (Domenico Misciagna)

ANGRY BIRDS 2

About The Author
-