18 REGALI

TRAMA 18 REGALI

18 Regali, film diretto da Francesco Amato, è la storia di Elisa (Vittoria Puccini), che a 40 anni ha perso la vita a causa di un male incurabile, lasciando il marito e la figlioletta di solo un anno. Sapendo di non avere speranze di vita, la donna prima della sua dipartita, pensa a come restare vicino alla piccola dopo la sua morte. È così che ogni anno nel giorno del suo compleanno Anna (Benedetta Porcaroli) riceve un regalo da suo padre Alessio (Edoardo Leo) per conto della madre, fino alla maggiore età. Con questi diciotto regali Elisa dimostra a sua figlia che, nonostante un fato avverso, lei c’è e che le è accanto.
Il giorno in cui compie 18 anni, alla ragazza viene consegnato l’ultimo dono, ma Anna invece di presenziare alla sua festa organizzatela dal padre, decide di fuggire. Un regalo non sembra poter colmare il vuoto lasciato dalla madre, un’assenza che l’ha spinta sempre a ribellarsi, anche il giorno del suo compleanno, decidendo di girovagare nella notte piuttosto che festeggiare. Giovane, piena di pensieri, triste e addolorata, Anna non si accorge che una macchina corre dritta verso di lei, investendola. Quando si risveglia dal suo incidente la giovane riceve il regalo che ha sempre voluto nella sua vita: sua madre è lì con lei. Finalmente le due donne possono confrontarli, parlare e conoscersi.

PANORAMICA SU 18 REGALI

18 regali racconta una storia vera, drammatica ma anche piena di speranza: la storia dell’amore di una madre per la figlia. La madre era Elisa Girotto, direttrice di una filiale di una banca di Treviso che un giorno si è ammalata gravemente e che, dopo aver capito che non sarebbe guarita, ha deciso di comprare per la sua piccola Anna, che aveva solamente un anno, un regalo per ogni compleanno che la bimba avrebbe festeggiato senza di lei. La donna, che ha anticipato il matrimonio con Alessio Vincenzotto (il papà di Anna) perché non era certa di sopravvivere fino alla data fissata inizialmente, ha riempito la casa di pacchi e pacchetti. L’ultimo doveva essere consegnato a sua figlia appena compiuti i 18 anni di età. Fra i doni, bambole e altri giocattoli, libri e, come regalo per la maggiore età, un mappamondo su cui erano segnati tutti i luoghi dove mamma Elisa avrebbe voluto portare Anna.

A dirigere 18 regali è stato Francesco Amato, che nel 2017 aveva firmato la commedia con Toni Servillo e Carla Signoris Lasciati andare. Amato ha anche scritto soggetto e sceneggiatura del film insieme a Massimo Gaudioso, Davide Lantieri e ad Alessio Vicenzotto, che ha dichiarato: “Spero che la storia di mia moglie aiuti le persone a riflettere sull’importanza dell’amore verso la vita, che va sempre vissuta a pieno, anche nei momenti di difficoltà”.

A produrre 18 regali è stato invece Andrea Occhipinti (Lucky Red), che ha detto: “Mi ha colpito moltissimo e commosso lo straordinario gesto d’amore che Elisa ha fatto nei confronti di sua figlia. Così come mi ha emozionato la volontà di questa donna di lasciare qualcosa di sé attraverso questi regali, che accompagneranno al suo posto la crescita della figlia”. Sempre la Lucky Red distribuisce il film insieme a Vision Distribution.

I protagonisti di 18 regali sono Vittoria Puccini (nel ruolo di Elisa), Edoardo Leo (nella parte di Alessio) e Benedetta Porcaroli (Anna diciottenne). Quest’ultima si è fatta conoscere e amare soprattutto grazie a Baby, la serie tv targata Netflix diretta da Andrea De Sica e Anna Negri e incentrata sullo scandalo delle baby squillo dei Parioli.

CRITICA DI 18 REGALI

Un film può giocare col tempo, anche solo per creare una sorta di sospeso fantastico in cui permettere a una madre e una figlia di conoscersi, cosa resa impossibile nella vita da un male incurabile. Una storia vera di un paio d’anni fa, una madre che prima di morire fece in tempo a preparare 18 regali per i primi 18 compleanni della figlia appena nata. Un melodramma reso un inno alla vita da Francesco Amato, capace di mantenere sincerità nel racconto della conoscenza fra due donne, dando speranza a una vicenda che rischiava di rimanere un puro dramma ricattatorio. Vittoria Puccini si conferma brava nel gestire le lacrime che sfociano in inattese risate, mentre Benedetta Porcaroli si avventura con crescente maturità in un territorio complesso, ma importante per avviarla verso una brillante carriera. Peccato per qualche cedimento a grana grossa nel finale.

CURIOSITÀ SU 18 REGALI

Il film è tratto da una storia vera, quella di Elisa Girotto, la donna e soprattutto una mamma che ha travalicato la morte pur di stare accanto a sua figlia, lasciandole 18 regali per i futuri compleanni quando ha saputo che le era rimasto poco da vivere.

Il regista è andato a far visita ad Alessio Vincenzotto dopo meno di un mese dalla morte della moglie. L’uomo non solo gli ha aperto le porte di casa sua, ma gli ha anche mostaro quel materiale dalla forte potenza emotiva, quali lettere e regali.

Vittoria Puccini ha dichiarato che, giunta a casa di Elisa, ha trovato molto emozionante vedere Alessio tirare fuori dall’armadio alcuni dei doni che la donna aveva preparato e leggere le lettere che aveva lasciato.
Data di uscita:02 gennaio 2020

Genere:Drammatico

Anno:2020

Regia:Francesco Amato

Attori:Benedetta PorcaroliVittoria PucciniEdoardo LeoSara LazzaroMarco MesseriBetti PedrazziAlessandro Giallocosta

Paese:Italia

Durata:115 min

Distribuzione:Lucky Red

Sceneggiatura:Francesco AmatoMassimo GaudiosoDavide LantieriAlessio Vicenzotto

Fotografia:Gherardo Gossi

Montaggio:Luigi Mearelli

Musiche:Andrea Farri

Produzione:Lucky Red

18 REGALI

About The Author
-